assurdo

l’anima tua a tentonimi investe come uno spavento resipiscenteprofondo il grembo non teme i suoiassalti da lanciatore di coltellinon si ama mai a braccia conserterinunciando al segnoho bisogno di tutte le mie ossaangoli di questa nostra storiail resto è fellonia assurdo questo paese vuoto che miporto dentroassurda questa metaforache io sono mentre ildeserto avanza dentrounContinua a leggere “assurdo”