la ballata dei passi perduti

“…vi amo
ho per voi l’amore più sorpreso

Vi amo? Vi amerei? Tante cose nel cielo e nel prato ricordano
amore che fugge, amore che scappa…”
A. Rosselli, da Appunti sparsi e persi

[a passo perduto
guarda i soprassalti dissennati
di queste stanze tramandate
calde e vibranti]

ammaestrammo la placenta del tempo
più sorpreso
a custodire segreti che si
imperlano di ore

lasciammo per terra frantumi di
progenie impolverate:
lacrime amare che non hanno
fatto storia

[a passo perduto
forse un po’ più giù
è veste ogni
luogo straniero]

bravo il diavolo a dividere:
non guarda mai
negli occhi
chissà dove … quegli occhi!

sviluppi residui i suoi
trappole che ronzano come
calabroni sotto
narici idiote

[a passo perduto
si traveste l’attesa
e incalza e striscia
sul tuo cuscino vuoto]

chiusa è la porta dove si perde il giorno
che viene dopo
i peccati d’amore sanno quale mano
nasconde la chiave

incártati sulla mia pelle!
la mia pelle è un cartoccio:
lì ti insegnerò
ciò che di me non so.

[a passo perduto
con chi eravamo
con chi siamo
amore]

Immagine gratuita di architettura, arte di strada, città, colori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: