tu che stavi

tu che stavi per strada
a raccattare i giorni
e mi mettevi dietro
a raccattare spago con cui
legare sogni

-vertigine di pezza digiuna
ossuto fantoccio:
ora fa notte il corpo-

dammi un tozzo di pane
senza si muore anche
nei ritratti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: