Post in evidenza
image

presentazione

Questo blog è nato…
no, non è nato, nascerà!
Lo farà di giorno in giorno, di ora in ora, di volta in volta, quando qualcosa o qualcuno attraverserà la barriera del non-ancora, la coltre dell’invisibile, ne vincerà la resistenza e si farà possibile, visibile. In una parola: accadrà. Nascerà e vivrà dunque nella precarietà, nella contingenza, nella fragilità delle parole, dei suoni, delle immagini.
Certo sarà di me che parlerò: si troveranno le mie poesie, le mie pubblicazioni, ciò che ho scritto a diverso livello.  Ma non solo: tre delle sue rubriche (“quel che mi fa essere Lucia”, “perplessità”, “guardo altrove”) vorrebbero valere come luogo di ricerca e di accoglienza. Per questo le ho pensate.
Come frecce scagliate nel respiro delle cose, del mondo, nelle nostre vite insomma, i testi del blog, (le sue musiche,  scherzi, facezie, maschere,  banalità o ciò che si farà presente per essere detto, scritto, letto), inseguiranno i nostri desideri, i nostri bisogni, quella parte di umanità  che riusciremo ad agguantare e di cui riusciremo a farci carico. Cercheranno soprattutto di serbarceli e restituirceli come un dono: ho sempre creduto che sia difficile essere uomini a tempo pieno, ognuno di noi lo è in misura maggiore o minore, per così dire occasionalmente, talvolta -ed è la volta più bella- involontariamente. Ma quando questo accade, è la meraviglia del creato che si rende visibile.
Il blog va in cerca di questa meraviglia.

Gioielli Rubati 127: Cipriano Gentilino – Manuela Di Dalmazi – Antonella Sbuelz – Biagina Danieli – Federica Simionato – Antonio Del Camino – Maurizio Manzo – Gianfranco Isetta.

leggere questi gioielli è gioire per la loro bellezza

almerighi

isola

La sabbia svola
dalle mani
epifania di rigagnoli
in secca
isola di vento
e latrato di cani
figli disfatti
di padroni e santi
né lacrime
né riflesso di madre

©️ Cipriano Gentilino, qui:
https://ciprianogentilinonuccio.wordpress.com/2021/01/07/isola-2/

*

Proiezioni fredde

In quest’inverno malato
come me,
donna, sola.
L’altro
uomo, solo
malato in questo inverno,
solo, come lui.

Il freddo comune si accorcia.

di Manuela Di Dalmazi, qui:
https://manueladidalmazi.wordpress.com/2021/01/07/proiezioni-fredde/

*

Dell’infanzia

Dell’infanzia
salvare qualche luce.
Un dolce di attese e ciliegie.
Qualche nome. Una forza
di radici.
L’assoluto dell’età che non ha età.
E assolvere il buio che va e viene.
Così forse
riusciremo a perdonare
l’infezione di ogni incanto:
la realtà

di Antonella Sbuelz, qui:

“CHIEDI A OGNI GOCCIA IL MARE”: i versi di Antonella Sbuelz

*

Zucchero Grezzo

di zucchero grezzo
scuro, come la notte
granuloso, come sabbia
che si scioglie per sottrazione
di granello in granello
è il mio corpo…

View original post 254 altre parole